112.500
 

Qualche riga per aggiornarvi sulla situazione mentre mi scuso per l'assenza ma davvero non ho gran voglia di scrivere ultimamente.. Ho trascorso il we a casa di mia suocera per aiutare Andrea a portare il non facile fardello visto che solo oggi abbiamo avuto l'esito e che il non sapere spesso fa più male del sapere. Tanto per farvi capire il mio stato d'animo del periodo vi racconto che venerdì sera, dopo un pomeriggio nel quale sono corsa a Fi perchè Andrea era angosciatissimo e prossimo al pianto, dopo una serata dove ho fatto la forte e coraggiosa (ma non lo sono), già con il pensiero a stamani, quando siamo andati a dormire mi è cominciato un freddo e dei brividi cosi' forti alle gambe che non riuscivo a tenerle ferme…tremava il letto….ero spaventatissima anche se quasi subito ho capito che si trattava di un attacco di ansia/panico, tant'è che con mezza compressa di ansiolitico piano piano è passato… Andrea è stato un angelo, mi ha coperta bene, coccolata, rassicurata ma vi assicuro che la sensazione era terribile ed incontrollabile… Ne ho parlato con la psic ed ovviamente comprendo quanto senta anch'io il peso di questa situazione ed anche la responsabilità nei confronti del mio amore e della sua famiglia… Il tutto avviene anche in un periodo nel quale già avevo le mie solite paure che stavo cercando di motivare e risolvere, quindi è ancora più dura. 
Adesso però sappiamo…è un carcinoma e quindi basta ansie e malinconie, bisogna agire. Domani sera Andrea e mia suocera hanno appuntamento dallo specialista di riferimento così avremo anche dettagli e piano di "guerra"…. Ho paura, paura al pensiero di rivivere tutte le cose brutte che accompagnano certe malattie e che avevo già vissuto con mia madre… E' un pò come quando hai una ferita e ti dici "ma pensa che sfiga finisco sempre per sbattere lì dove mi sono fatta male"… beh.. questa è la sensazione, ma non voglio lasciarmi sopraffare, il mio amore ha bisogno di me ed io farò il possibile per alleviare la sua tristezza.  Sono fiduciosa, come mi hanno detto anche molte di voi ci sono casi di persone operate, anche con metastasi che sono andate avanti per anni e con una qualità di vita accettabile, mia suocera è una donna con gran carattere ed una forza da triestina che spero tanto lotterà senza cedere.  Grazie davvero a tutti per la vostra vicinanza, vi vengo sempre a leggere per poter sorridere un pò e distrarmi dai brutti pensieri!

114.400
 

Questo è il risultato di una decina di giorni di ansia ipocondriaca…. Avevo fatto delle analisi prescritte dalla ginecologa dopo il pap-test per il solito tritapalle di polipetto (ed anche lì primo colpo d'ansia al ritiro dello striscio) e già nell'attesa dei marcatori tumorali ero prossima al collasso.. Quando ho ritirato i risultati (avevo un battito talmente accelerato che ho pensato di morire di paura), avevo appena assaporato la gioia dei valori nella norma quando ho visto che quelli relativi alle urine erano un pò sballati. Ecchecca@@o mi sono detta, adesso non la finiamo più!! Ma ho tentato di rassicurarmi dicendomi "dai, spesso sono un pò alterati ma non devono preoccupare cosi' tanto…adesso vado dalla dott e mi rassicura. Bene, appena li ha letti ha detto "qui non va bene per niente Stefania, deve fare assolutamente un approfondimento perchè con tutte le diete iperproteiche che ha fatto e visto che beve poco i suoi reni sono a rischio"!!!  Ora, diciamo la verità, la mia dott è del tipo allarmistico, mentre forse per il mio carattere ci sarebbe bisogno di un medico rassicurante, ma quello è un altro discorso.. Insomma per farla breve sono uscita dallo studio 3 o 4 gg fa con nuovi esami da fare, compreso un ulteriore prelievo. Non so se qualcuno di voi soffre od ha mai sofferto di ansia ed ipocondria, ma trovarsi in quello stato d'animo con un reale controllo da fare è da pathos… Diciamo che a tutto il resto finisce per sommarsi pure l'acidità di stomaco, la colite, la nausea…insomma il somatizzare all'ennesima potenza.  Mi sono fatta una bella raccolta di urine in un boccione per 24 ore (far pipì dentro un imbuto ha il suo perchè) e lunedì mattina di nuovo al laboratorio. Mi avevano detto di ritirare le risposte il giorno seguente, ma non c'erano, come non c'erano quello successivo…e nel frattempo l'ansia aumentava…"vedi, c'è qualche cosa di così grave che nemmeno le rimandano". Poi finalmente stamani ho preso i risultati…tutto ok se non per due valori, la creatinina un pò bassa ed un altro valore che ha un range da 80 a 130 ed il mio valore è 131… Pensate che la dott mi abbia detto "tutto ok tranquilla"??? Macchè…ha detto che le dobbiamo ripetere fra 6 mesi, che è l'inizio di una insufficienza renale, poche proteine, tanta frutta e verdura, movimento e bere bere bere…E guai a prendere antiinfiammotori!! Mi sono così ca@ata sotto che farò tutto di sicuro! Ma visto che la vita non è che proprio ci regala continuamente cose positive in modo da gioire almeno per qualche nanosecondo, dopo nemmeno mezz'ora mi ha chiamato Andrea per dirmi che aveva portato sua madre dal medico perchè da qualche giorno, anche se non glielo aveva detto per non preoccuparlo, ha dei sanguinamenti ad un capezzolo e sente una massa nel seno… Il medico le ha detto che ovviamente che non c' è da stare allegri e domani mattina accertamenti d'urgenza..
Io intanto mi sono fatta fare la ricetta per lo Zoloft.