Non dire gatto se non ce l’hai nel sacco

Mi sembrava troppo bello per essere vero…. Io che vinco le mie paure e vado a Bologna, io che penso “beh in fondo sono diversi giorni che non ho picchi d’ansia”, io che mi dico ” in fondo sto imparando a gestire certe paure e meccanismi” ….. E ALLORA PERCHE’ CAZZO IERI SERA SONO STATA DUE ORE IN PRONTO SOCCORSO PER COLPA DI UNA TACHICARDIA??  Tutto ok ( del resto la mia ultima visita dal cardiologo è di 10 gg fa) dopo ECG ed emogas sono  uscita a mezzanotte  con il consiglio di tenere sempre in borsa un Tav@r sublinguale che in caso di paranoia galattica ti risolve all’istante ed il numero di un terapeuta “miracoloso”…

Come direbbe la Kikki…sgrount!!

Annunci

18 risposte a “Non dire gatto se non ce l’hai nel sacco

  1. Ciao tesoro, ti sono vicina e ti capisco al volo. Non appena alziamo la testa… un baratro si apre sotto di noi. Chissà che spavento, povera stella. Come al mio primo attacco, a 23 anni. Pronto soccorso, calmanti, psicologi ecc. Oggi ho il doppio degli anni che avevo al primo attacco e, seppur migliorata, mi sento addosso l’ansia e le sindromi di evitamento per luoghi, persone, percorsi. A volte vorrei rinascere daccapo e avere una vita vera. Mi basterebbe fare ciò che per gli altri è normalità, senza sentirmi male. Secondo me, se ho un po’ capito come vanno ‘ste cose, ti sei voluta punire per avere, appunto, anche solo pensato di farcela. Sembra astruso, ma non per noi 🙂 sono meccanismi noti purtroppo. Non so trovare una soluzione accidenti! Ma ti abbraccio forte, stai vicino al tuo amore, però non farti carico del peso del mondo, che poi lo si paga..

  2. Ste, coraggio. Queste non sono cose che si risolvono facilmente, andando a fare shopping in quel di Bo, pensando che tutto poi possa cambiare. E’ un passo in avanti, dovrai farne tanti altri e lo sai. Sapere di avere un problema, purtroppo, non vuol dire avere anche la soluzione in tasca. Si è più consapevoli, quello si, ma per uscirne fuori occorre tanto tempo e tanta determinazione. Tu sei una persona in gamba e ce la farai, devi solo avere pazienza e secondo me osare di più. Esci di nuovo da sola, passa un giorno in una città che non conosci. Non ti succederà niente, magari ti spaventerai un pò ma sarai sola contro te stessa e sarai in grado di affrontare i tuoi timori. Io l’ho fatto, andando ad arrampicarmi in un bosco, e soffro di vertigini, nausee e paura di cadere. Non sono caduta, non mi è successo niente, ne sono uscita più forte di prima. Certo, non è semplice e non è facile, ed un conto è viverle le cose e un altro è dare consigli a sproposito, ma non mollare. Abbi pazienza e continua il percorso che stai facendo, i risultati arriveranno 🙂 ti abbraccio forte

  3. Perché l’attacco d’ansia ti coglie quando abbassi la guardia, non quando sei in tensione o comunque concentrata molto su qualcosa. E’ un grosso passo avanti essere riuscita a fare un viaggio sola per andare a fare shopping e sicuramente anche il libro che hai letto contiene delle dritte utili ma sicuramente ne le medicine ne i libri sono miracolosi (manco la psicoterapia è miracolosa)e zac! Non ti viene più nulla.
    Ci vuole tempo e pazienza, ma una pazienza infinita.
    Qualche anno fa ne ho sofferto anche io e un certo punto mi sono impuntata che dovevo guarire, questo mio impuntarsi non mi ha fatto smettere di botto di avere attacchi ma quando mi venivano si creava la seguente scena:
    cuore accellerato, io che piangevo senza motivo e senza frenare le lacrime mi sedevo con le gambe accavallate e il mento poggiato sulla mano e tremante aspettavo che mi passasse. La gente che mi si avvicinava “Nuvola ma che hai?” e io in lacrime “Nulla mo mi passa” e quando mi passava ricominciavo a fare quello che stavo facendo. Lo so che per certi versi è disumano cio che ti dico ma più lo accetti meglio è. Io sapevo che mi sarebbero venuti ma il concetto cardine è non averne paura perchè anche se ti senti morire non muori, ti passa, come ti è passato le altre volte. Prova a pensarla così, a me è stato di grande aiuto. Un abbraccio 🙂

  4. Tu pensa comunque al traguardo di bologna, quello di ieri è un piccolo incidende di percorso che può capitare. La strada per stare bene mica può essere tutta libera e sgombra no?
    (l’ho comprato.. non il libro, l’altra cosa 🙂 )

  5. ehi, topolotta.. guarda che ne hai passate di cotte e di crude nelle ultime settimane.. eccheccavolo…
    datti tregua!!!
    una reazione ci può anche stare!! povero cuoricino.. a consolare e tenere su tutto e tutti… mica sei un automa..
    bacio bacio

  6. ti mando un forte abbraccio….
    (uffa so fare solo questo…mi dispiace non poterti essere d’aiuto…ma mi sento di mandarti un fortizzimizzimo abbraccio…)
    ♥♥♥

  7. Stefina, mi dispiace. Paura di star bene, forse? E’ successo proprio nel momento in cui ti sei (giustamente) complimentata con te stessa per l’obiettivo raggiunto. Inconsciamente forse saperti vicino a un possibile vero cambiamento in positivo ti ha fatto paura, lasciare indietro un pezzo della vecchia stefy ti ha spaventata…e ti è successo questo. (dicesi psicologia ‘de noantri ;-))

    Non ti abbattere però eh? E’ successo, basta, finita lì. hai tante risorse dentro di te.

  8. ciccina a Bologna ci sei andata e questo è già un traguardo no?le montagne si scalano passo dopo passo e non correndo eh!?
    tu portati dietro la pilloletta,che non si sa mai,ma per prima cosa cerca di stare tranquilla,concentrati che ce la puoi fare:-)

  9. ecco…per smorzare i toni ti dico che se sei venuta a Bologna per mangiare tutta sola in una triste pizzeria……prrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrr
    mi avevi promesso di dirmeloooooooooooooooooo
    ps un abbraccio ;*

  10. sei finita al pronto soccorso perchè ti serviva qualcosa che ti desse sicurezza
    ora ce l’hai … e lo tieni nella borsetta su consiglio del medico
    nessuno portà più ostacolarti 😉

  11. mi spiace, è capitato anche a me i tempi che furono, poi non so cos’è successo a dire il vero, penso che caricarmi di interessi dei nei quali avrei avuto proprio ansia mi abbia salvato, lo so, sembra un paradosso ma è così, buttarmi ad esempio nel corso di recitazione che al solo pensiero di recitare mi faceva venire il cuore a tremila, mi ha dato l’occasione di affrontare le mie paure e sì, mi ha salvato.

  12. Caspio!
    Che gran rottura,che grandissima rottura!

    Donna se il cuore fa scherzi strani è perchè è troppo sensibile per questo mondo.
    e Amico X@nax sia,che si ridimensionasse la sua voglia di sentire…

    pciù

  13. Sono circa due settimane che cerco di convincermi che devo andare a farmi prescrivere di nuovo “la droga”. Che non c’è nulla di male nel voler stare meglio.
    Comunque è vera la storia dell’abbassare la guardia: quando avevo la tesi in giro, tutto il giorno non accadeva nulla, poi la sera mi rilassavo e tac. Ora, purtroppo, che ho poco da fare, poco da pensare, mi sento perennemente stanca perché prendono in media 3 volte al giorno e mi sarei un po’ rotta le palle…di natale.

    Tu stai lavorando da matti e ci sta la tachicardia, ci sta l’ansia, ci sta tutto. Ma non chiuderti in casa. È la cosa peggiore possiamo fare!

    Un bacino stella :*

  14. Ohmioddio,basta sparire qualche giorno da questi blog che quando si rientra si scopre che è capitato di tutto e di più!accidentacci lipo,come va adesso?ma prenditi una bella vacanza con il moroso in qualche bel posto caraibico ,stacca la spina per un pochetto e vedrai che il cuoricino ti ringrazierà … O almeno approfitta di queste vacanze per dedicarti ad una bella sessione massiccia di relax intensivo..a scopo terapeutico dia ben chiaro.. Magari praticarlo come sport sarebbe controproducente,ma ogni tanto non può che far bene!! 😉

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...